Nonostante il nome che gli è stato dato col tempo, il cuore nero di Nagash è il risultato di un rituale compiuto da un antico vampiro con i cuori dei suoi nemici,  conpresi alcuni necrarchi minori, seccati nel sale e ridotti in polvere.
Questo oggetto servi il suo padrone non morto per molti decenni di duelli e massacri in tutto il vecchio mondo.
Questo vampiro, il cui vero nome è stato dimenticato ed ora è conosciuto solo come Orhud, infine cadde sotto i colpi di Ghal Maraz impugnato dal Sommo Re Kurgan Ironbeard, il Cuore Nero cadde in un burrone e venne perso per secoli.
Ritrovato poi da un folle necromante iniziò a passare di mano in mano, ma molti dei suoi proprietari non erano incanatori ed una volta scoperto i suoi poteri tentarono di liberarsene o distruggerlo, per farlo probabilmente sono stati provati tutti i metodi immaginabili: e stato preso a martellate e gettato in cascate, incendi, metallo fuso e persino della bocca di un troll sperando venisse intaccato dai suoi succhi gastrici ma tutte le volte e riapparso inalterato.

0 commenti

Lascia una risposta

© Le Torri di Frontiera 2019. View Changelog v3.0.9

Log in con le tue credenziali

o    

Hai dimenticato i tuoi dettagli?

Create Account